Ricetta gnocco fritto o crescentine… chiamatelo come volete!

Gnocco fritto o crescentine, due modi di chiamare quella che sostanzialmente è la stessa pietanza, tipica dell’Emilia Romagna. Il termine gnocco fritto viene solitamente utilizzato nelle province di Modena e Reggio Emilia, mentre le crescentine sono spesso presenti nei menu dei ristoranti bolognesi.

Ma di cosa parliamo? La ricetta dello gnocco fritto, o crescentine, porta alla creazione di uno di quei cibi che possiamo indubbiamente includere tra i tipici street food della tradizione gastronomica italiana. Si tratta, in poche parole, di pane fritto e poi farcito con salumi e formaggi tipici del territorio. Caratteristico,  e ovviamente eccezionale, è ad esempio l’abbinamento mortadella e squacquerone, ma la fantasia di chef e non solo negli ultimi tempi ha portato alla creazione di nuovi e originali abbinamenti, che vedono il tradizionale gnocco fritto accompagnato da ingredienti insoliti e curiosi.

Ricetta gnocco fritto, semplice e buonissima!

Non avete mai mangiato lo gnocco fritto? Oppure dopo averlo mangiato ne siete rimasti stregati e volete riproporlo in una serata tra amici? Don’t worry 🙂

Oggi ho deciso di condividere con voi la mia ricetta dello gnocco fritto, semplicissima da realizzare e di sicura riuscita. In più, non prevede l’utilizzo di strutto, quindi risulta anche decisamente più leggera e – lasciatemelo dire – anche più buona perchè meno unta e più soffice. Provare per credere!

Questa ricetta è perfetta per una serata tra amici, l’impegno è davvero minimo! Vi basterà preparare l’impasto qualche ora prima, poi al momento di servire la cena non dovrete far altro che stendere la pasta, tagliarla velocemente e friggerla in olio bollente. Basta. Lasciate poi ai vostri ospiti la scelta della farcitura e, se volete un consiglio, non esagerate nelle dimensioni delle singole crescentine: in questo modo ogni commensale potrà sperimentare più abbinamenti e tutto sarà più piacevole e divertente!

Cosa ci occorre per la ricetta dello gnocco fritto (o crescentine):

1 chilo di farina 00
4 cucchiaini di sale
4 cucchiaini di zucchero
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
2 bustine di lievito di birra essiccato
600 millilitri di latte
q.b. di olio di arachidi

Procedimento ricetta gnocco fritto o crescentine:

Per la ricetta dello gnocco fritto (o crescentine) potete utilizzare una planetaria oppure impastare il tutto a mano. In entrambi i casi, iniziate mescolando alla farina il sale, lo zucchero e il lievito. Aggiungete l’olio e, poco alla volta, il latte tiepido.

Impastate il tutto molto bene e a lungo, il risultato dovrà essere un composto molto elastico. In questo caso la planetaria aiuta molto, ma anche impastando a mano il risultato che si può ottenere è davvero ottimo, basta solo armarsi di pazienza… e di muscoli! 🙂

Mettete l’impasto così ottenuto in una ciotola e copritela con della pellicola alimentare. Lasciate lievitare in un luogo caldo, al riparo da spifferi. L’interno del forno è ideale. Dovrà lievitare per circa 3-4 ore.

Una volta che l’impasto avrà raddoppiato il suo volume, trasferitelo su un piano e con l’aiuto di un matterello ricavate una sfoglia alta circa un centimetro. Con un coltello, o un tagliapizza, ricavate dei rettangoli di pasta e friggeteli in olio bollente.

Servite subito in tavola e… buon appetito! 🙂

Come servire lo gnocco fritto

Sia per questioni di gusto, ma anche per una questione di praticità, vi suggerisco di lasciare ai commensali il compito e la scelta della farcitura. Ma cosa mettere nella lista della spesa, e poi in tavola, se volete organizzare una serata all’insegna dello gnocco fritto? Salumi di ogni tipo, ma anche verdure grigliate, insalata capricciosa, insalata russa, sottaceti di ogni tipo, formaggi spalmabili, mozzarella, salse e tutto quello che vi ispira!

La classica versione dello gnocco fritto prevede che questo venga tagliato a metà e farcito, proprio come se fosse un panino, ma spesso lo gnocco fritto viene mangiato anche in un altro modo, ovvero viene prima leggermente schiacciato con una forchetta e poi farcito in superficie.

Cosa aspettate? Preparate subito la ricetta dello gnocco fritto e scoprite qual è la versione che più vi piace! 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: